Subscribe:

giovedì 27 novembre 2008

Rug invaders

Rug invaders è un originale progetto che rientra nella tipologia dei tappeti decorativi, ma che non ha nessuna pretesa se non quella di proporsi come un oggetto cult. E' un tappeto persiano disegnato ed elaborato qualche anno fa su ispirazione dell'artista polacco Janek Simon e non è nient'altro che l'omaggio al famoso videogame arcade "Space invaders", costo 3000$. Idea carina, prezzo impegnativo.

4 commenti:

freddy ha detto...

Sapevo del tappeto voluto da un artista polacco, ma avevo notizie che fosse stato annodato da annodatori armeni e non persiani. Pensavo che le ultime novita' sui tappeti arrivassero dai famosi tappeti di guerra afgani ( aerei,carri armati ecc.) che raffiguravano episodi della guerra russo-afgana : sinceramente non mi piacciono, ma almeno stigmatizzavano la vita e la storia di un popolo. Questo cosa rappresenta la vita su Marte? Per carita'!! e poi 3.000 dollari? Mi da l'idea di un quadro di un artista contemporaneo di media fama che una volta passato di moda lo ritroviamo ai mercatini, dove sara' pure difficile vendere . Salutoni a tutti da Freddy

antonio ha detto...

Forse qualche grande esperto, che molto ha studiato, potrebbe trovare, in quella simbologia grafica, agganci legati a spunti filosofici, religiosi, storici, sociali, artistici, che noi manco riusciamo ad immaginarci: una scappata in Internet e poi....basta pensarci un po su, e il gioco è fatto.
Saluti perplessi.

paolo ha detto...

Giusto Antonio! E magari un archeologo del futuro noterà che in un reperto di tappeto risalente agli inizi del XXI secolo venivano ancora rappresentati i simboli di purezza e scaramantici, e proporrà un link con gli antichi tappeti caucasici e persiani!

neofita ha detto...

Secondo me siete un pò troppo severi nei giudizi. In fondo che c'è di male se a uno gli scappa di farsi annodare un tappeto con il mitico "space invaders" che è stato un cult per la mia generazione.
Ricorso di aver visto alcune produzioni turcomanne post rivoluzione rappresentanti la faccia di Lenin. Ora non è che voglia appaiare le due cose ma il procedimento mentale non mi sembra diverso.
Basta rendersi conto che questo è un annodato per gioco ed anche con una buona dose di spirito, secondo me.
Naturalmente è un mio pensiero.
Saluti a tutti